News

Malvagi e giusti

Le scelte tragiche dei medici nella storia Autore: Isabella Merzagora Ed.: FrancoAngeli

Master Universitario in “Criminologia e Scienze Psicoforensi” – IX edizione.

E’ istituito per l’anno accademico 2020/2021 presso Dipartimento di Scienze della Salute (DISSAL) il Master Universitario di II livello in “Criminologia e Scienze Psicoforensi” – IX edizione. Il Master ha lo scopo di preparare a specifiche attività professionali nel campo della prevenzione, diagnosi e trattamento dei comportamenti antisociali e nel settore psichiatrico forense. La formazione […]

Una vita per il crimine. Come una criminologa legge i «gialli»

Isabella Merzagora Editore: Pensa Multimedia Collana: Fuori collana Anno edizione: 2021

Anch’io ho dei sentimenti

Le donne (ex) detenute si raccontano sul web ArchiviAzioni – Rassegna di incontri virtuali a  cura dell’AdG 01.03.2021 ore 17.00 partecipazione gratuita previa registrazione inviando una mail  ad archiviodigenere@gmail.com Rosita Maglie (AdG, ForPsiCom – UniBa) Ignazio Grattagliano (ForPsiCom – UniBa) dialogano in videocall con due donne (ex) detenute Locandina dell’evento Questo incontro promuove l’auto- narrazione/-rappresentazione come forma […]

Il profilo criminologico

DALLA SCENA DEL CRIMINE AI PROFILI SOCIO-PSICOLOGICI Seconda edizione Vincenzo M. Mastronardi George B. Palermo † Giuffré Francis Lefebvre Copertina

FAMLI meeting

La capacità di stare in giudizio – Appunti di medicina legale pratica

FAMLI FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI DI MEDICI-LEGALI ITALIANI è lieta di informarLa che sono aperte le iscrizioni per il WEBINAR GRATUITO LA CAPACITA’ DI STARE IN GIUDIZIO COME SI FA…MLI SPUNTI DI MEDICINA LEGALE PRATICA 26 FEBBRAIO 2021 ORE: 18:30 WEBINAR GRATUITO E’ RICHIESTA LA PREISCIRIZIONE ON LINE partecipano: ALESSANDRO DELL’ERBA ROBERTO CATANESI GABRIELE MANDARELLI LA […]

Assessing Financial Crime

Risk factors in firms’ Ownership Structure: Results of project DATACROS   February 24th, 2021 | 10:30 – 12:00 CET #DATACROS #ISF #SecurityUnion via Zoom | Register here Criminal organizations increasingly adopt legal companies and complex cross-border ownership structures to cover their illicit activities, and to conceal the laundering of corruption proceeds. Download full program

La Human Criminology in tempo di pandemia

GRUPPO DI LAVORO SULLA HUMAN CRIMINOLOGY INCONTRO DI STUDIO ONLINE – 19 MARZO 2021 – ORE 9 – 13 con ISABELLA MERZAGORA (UNIVERSITÀ DI MILANO) GUIDO TRAVAINI (UNIVERSITÀ “VITA E SALUTE” SAN RAFFAELE) ROBERTO CORNELLI (UNIVERSITÀ DI MILANO–BICOCCA) CARLO ALBERTO ROMANO (UNIVERSITÀ DI BRESCIA) ALFREDO VERDE (UNIVERSITÀ DI GENOVA) L’evento è gratuito, per l’iscrizione inviare […]

Il cielo stellato sopra di me – progetto “Spazi Aperti”

Un cortometraggio facente parte del progetto “Spazi Aperti”, nato dalla collaborazione tra l’Università di Brescia e l’Università Aldo Moro di Bari Hanno realizzato il cortometraggio: Claudia Attimonelli: regia e sceneggiatura Roberto Corradino: attore e voce narrante Marco Solimine: riprese e montaggio   Poche righe bastano, un disegno, una poesia, un brano, uno scritto, per far […]

La forza di polizia – uno studio criminologico sulla violenza

Copertina Libro: La forza di polizia

la forza di polizia

Uno studio criminologico sulla violenza

Roberto Cornelli
 

La forza di polizia serve a imporre l’osservanza della legge e a contenere
la violenza sociale, ma è essa stessa violenza che va contenuta e canalizzata
in funzione del progetto di società che s’intende affermare. Soprattutto
nelle democrazie contemporanee, l’uso della forza comporta dilemmi
etico-politici che, in assenza di una cornice entro cui interpretare i significati
del “fare polizia”, appaiono interessare esclusivamente il singolo
agente.
In un percorso di ricerca che, a partire dai recenti episodi di police
brutality, affronta in modo interdisciplinare i principali nodi teorici che
intrecciano l’agire di polizia col tema della violenza, l’Autore propone
una lettura della forza di polizia che prende le distanze dalla vulgata delle
mele marce (o delle piante malate), per mettere in risalto la semantica
del gesto violento che emerge nell’intersezione tra diversi processi di
legittimazione dell’azione di polizia.
L’adozione di questa prospettiva d’analisi amplia le possibilità di riforma
del comparto sicurezza, tenendo conto, in particolare, di come il sistema
culturale, le politiche di polizia e i saperi professionali attraversano le
soggettività degli operatori che si trovano a “scegliere” se usare o meno
la forza in situazioni contingenti.

News | Società Italiana di Criminologia